Il tirocinio consiste in un periodo di orientamento e di formazione presso un’azienda che non si configura come un rapporto di lavoro.

Ci sono due tipologie di tirocinio:

 

Tirocini curriculari

Questo tipo di tirocinio è disciplinato dai regolamenti di istituto o di ateneo ed è promosso da scuole, università o enti di formazione accreditati svolti da studenti di scuola e università con la finalità di integrare l’apprendimento con una esperienza lavorativa.

Per l’attivazione si deve provvedere alla stipula di una convenzione tra il soggetto promotore e il soggetto ospitante con la stesura di un piano formativo.

Viene nominato un tutor sia per il soggetto promotore che per soggetto ospitante.

Le attività svolte e le competenze vengono registrate su un libretto formativo.

 

Il tirocinio extracurriculare

Questo tipo di tirocinio è disciplinato dalle Regioni e dalle Province Autonome.

Svolti fuori dal percorso di studio o formazione e rivolto a inoccupati, disoccupati, lavoratori a rischio, disabili con la finalità di favorire l'orientamento al lavoro, arricchire le competenze e conoscenze con l’obiettivo di inserimento nel mondo del lavoro.

Per l’attivazione si deve provvedere alla stipula di una convenzione tra il soggetto promotore e il soggetto ospitante con la stesura di un piano formativo.

Viene nominato un tutor sia per il soggetto promotore che per soggetto ospitante.

Le attività svolte e le competenze vengono registrate su un libretto formativo.

Pur non essendoci considerato un rapporto di lavoro è d’obbligo la “comunicazione obbligatoria” come è obbligatoria l’assicurazione INAIL.

Questo tipo di tirocinio prevede un compenso mensile.

 

Alternanza scuola lavoro

 

L’Alternanza scuola-lavoro è stata introdotta dalla Legge 28 marzo 2003, n° 53 al fine di consentire la sperimentazione di percorsi didattico-formativi nuovi con l’esperienza di lavoro presso le Imprese.

L’obiettivo è di favorire l’acquisizione delle competenze al fine di una concreta formazione per l’inserimento nel mondo del lavoro. Presso la Camera di Commercio è instituito un Registro Nazionale per l’alternanza scuola-lavoro con lo scopo di agevolare l’incontro tra le scuole e le imprese, i professionisti e gli enti in tema di alternanza. Presso la Camera di Commercio di Varese è attivo l’Ufficio Placement.

L’obiettivo è quello di facilitare le future scelte lavorative dei giovani rinforzando i legami tra il mondo del lavoro e la scuola.

 

RICHIESTA SERVIZIO DI ATTIVAZIONE

 

Richiesto
Richiesto
Richiesto

Partners

clients logo clients logo clients logo clients logo clients logo clients logo